Technical Correctly Diver

 

 

 

  • Livello minimo di brevetto subacqueo: Open Water Scuba Diver - Rec1 o equivalente.

  • Brevetto avanzato UTRtek o brevetti similari di agenzie subacquee riconosciute Certificato medico in termini di validità e 18 anni di età Attrezzatura personale: Vedi Attrezzatura Technical Correctly Diving

corsi sub Roma

Requisiti di accesso al corso Sub.

 

Programma e Durata del Corso

Il corso dura 4 giorni, consecutivi oppure suddiviso in due Full-Day di teoria e n° 5 immersioni da 2 ore. Il numero massimo di allievi per ogni corso è limitato a 4 candidati. Il programma prevede le seguenti lezioni: Lezioni di teoria : Minimo 20 ore svolte con varie sessioni in aula. Lezioni di pratica in acqua: da 8 a 10 ore suddivise in diverse immersioni.

 

Esecuzioni immersioni

La profondità standard delle immersioni è di 6 metri Ci saranno prove di risalita in emergenza da una profondità di 20 metri.

 

Miscela standard respirabile per il corso:

Aria o Nitrox fino al 32% di ossigeno ( solo se brevettati Nitrox ). La massima profondità prevista è limitata a 20 metri. Non è prevista decompressione. Il rapporto tra istruttore/allievo non dovrà eccedere “1 Istr/4 Allievi” durante una qualsiasi attività in acqua e dovrebbe essere adeguata alle condizioni di visibilità e del mare o lago. E’ consigliato portare n° 4 Allievi in acqua

 

Le immersioni saranno svolte su campo scuola sagolato.

L’istruttore provvederà a preparare il campo-scuola delimitando con una sagola una linea orizzontale a circa 6 mt, attaccata a 2 sagole verticali all'estremità, sorrette da 2 palloni di segnalazione. Gli esercizi saranno effettuati singolarmente da ogni allievo e poi in squadra/team, sotto la supervisione dell’istruttore. Ogni esercizio sarà preceduto dalle spiegazioni teoriche e pratiche, prima dell’ingresso in acqua.

 

 

corsi sub Roma

Scopo del Corso

corsi sub Roma
corsi sub Roma

 

Questo corso dovrebbe essere un buon motivo di riflessione per il subacqueo tecnico; dovrebbe essere la miccia che accende la famosa “ lampadina “ con la quale si ipotizza un eventuale pre-allarme tramite il buon senso che dovrebbe esistere in tutti i “ serious Technical Divers “

 

“ … Sono un subacqueo a rischio??? … “

 

Spesso, il subacqueo a rischio, è considerato colui che eccede il proprio livello di addestramento, che si immerge al di là del proprio livello di confort e/o abilità o che si spinge oltre il limite standardizzato per la miscela respiratoria utilizzata. Quasi mai, si pensa di indicare un subacqueo a rischio anche colui che utilizza un equipaggiamento improprio o insufficiente. Con il Technical Correctly Diving, si pensa di poter rafforzare e addirittura istruire in maniera radicale, il concetto di metamorfosi che interagisce fra configurazione standardizzata, analisi completa di tutte le attrezzature e controllo delle abilità subacquee. Costruire le solide basi dell’immersione ricreativa e tecnica diventa a questo punto un fattore di assoluta importanza. La maggior parte delle abilità subacquee fondamentali serviranno ovunque il subacqueo decida di immergersi.

I subacquei dovrebbero cercare di essere capaci di immergersi in tutti gli ambienti, dal lago al mare, dal fiume alla grotta.

UTRtek